Riccardo Baruzzi

Lugo (RA), 1976

La ricerca di Riccardo Baruzzi si struttura intorno ai principi fisici e poetici del disegno e del suono. Il ritmo e il moto di un tratto, la resistenza di una superficie, il dolore di un muscolo, il suono e il segno provocati dalla caduta di un corpo: ogni elemento che collega gli arti e gli strumenti dell'artista alla tela o alla carta, trova valore nell'opera di Riccardo Baruzzi.

 

L'artista, nato a Lugo nel 1976, dipinge disegni e disegna dipinti per rivelare l'origine delle immagini, risalire alla loro essenza segnica. In questo lavoro di analisi e successiva sintesi della struttura nascosta delle cose, capita che Riccardo Baruzzi coinvolga l'umano: le opere performative dell'artista vedono la partecipazione di studenti d'arte, collezionisti, galleristi, incaricati di interagire con il display della pittura o con il momento stesso della sua creazione.

 

Fiori, pornografia, Madonne, placcaggi, cavalli, divinità, abachi, tutto trova la propria sublimazione segnica e pittorica in un universo di tele semitrasparenti, pennelli d'invenzione, matite lunghe cinque metri, cacofonie perfette e ingannevoli eufonie, scatole che tremano, giradischi e ventole di raffreddamento che tramite la rotazione scandiscono poliritmie dai più svariati timbri.

Mostre in Galleria

Selezione di opere

+
Riccardo Barruzzi, Quadro audiofilo (Floorplanner), 2021, acrilico su tela, spray su legno, matita su cartonlegno, pannello fonoassorbente, cm. 240x180
+
Riccardo Baruzzi, Giunco, 2019, ferro, spray, gancio, fiori secchi, cm.107x34
+
Riccardo Baruzzi, Acustê dri dri, 2019, rullante, tela dipinta, ex-bug, piombo da pesca, cm.50x40x80
+
Riccardo Baruzzi, Bilancione (ragazze del blog), 2019, struttura in ferro, telo in nylon, 20 disegni A3, cm.140x110x80
+
Riccardo Barruzzi, Abaco, 2018, pastello su legno, acrilico su carta, tempera, acrilico e pastello su lino, cm.50x40
+
Riccardo Baruzzi, Porta pittura, 2016, tecnica mista su tela/mixed media on canvas, 7 tele, cm. 40x30 cad + dispositivo
+
Riccardo Barruzzi, Quasi quindici chili di grigi, 2016, matita grassa su olio su tavola, cm.70x60 ciascuno (7 tavole)
+
Riccardo Baruzzi, Silvia, 2010, stampa fotografica su carta, dittico, cm.45x76